Events&Politics

world                                                                                                                  
Indignati a Londra, tra loro anche il fondatore di Wikileaks Julian Assange

Anche a Londra i manifestanti sono scesi oggi nelle strade per gridare contro quella che definiscono la “dittatura finanziaria che governa il mondo”. Un migliaio di londinesi si sono radunati di fronte alla cattedrale di St. Paul, nei pressi del London Stock Exchange building, la sede della borsa. Cordoni di polizia hanno bloccato ogni accesso a Paternoster Square. Nel clou della manifestazione ha fatto la sua comparsa anche il leader di Wikileaks, Julian Assange, che ha tenuto un comizio improvvisato sulla scalinata della basilica di Saint Paul. La piazza è esplosa in un urlo di gioia. Assange in un primo momento è stato bloccato dalla polizia, poi è stato rilasciato e ha continuato a parlare alla gente in delirio. (servizio di Davide Ghilotti e Andrea Tancredi)

guarda il servizio su ilfattoquotidiano.it

events                                                                                                                 
Insight i riots all’HACKNEY Film Festival: la voce dei residenti

Durante i riots era come se si stesse combattendo per ciò che vuoi, per quello di cui hai bisogno, i riots sono stati un modo per riprendersi ciò che la gente crede gli spetti di diritto”, dichiara uno degli intervistati nel documentario “London Riots” – Asking the community why this has happened? – di Liam White e Joshua Thompson.

continua a leggere

leggi l’articolo sul blog de il Fatto Quotidiano

events                                                                                                                              

OLIMPIADI, LE PROMESSE MANCATE DI LONDRA 2012

A sessantaquattro anni di distanza da London 1948, Londra tornerà ad accogliere i Giochi Olimpici diventando la prima città ad aver ospitato le Olimpiadi per tre edizioni.

I primi test sugli impianti – che si sono svolti dal 4 al 7 Luglio nella splendida cornice di Greenwich Park – hanno segnato l’inizio del count down verso la cerimonia d’apertura, che si svolgerà all’Olympic Stadium il 27 Luglio 2012.

leggi tutto l’articolo                                                                                                                                                                                                                                                                                             leggi l’articolo sul blog de il Fatto Quotidiano

journalism                                                                                                                       MODELLI DI GIORNALISMO A CONFRONTO

Chiunque ha vissuto in Inghilterra leggendo un giornale avrà notato le differenze con la stampa italiana. La separazione tra articoli d’informazione e d’opinione, tra le news e la features section, tipica del modello inglese è forse la più nota ma non l’unica.
Andrew Knight, ex giornalista televisivo e di carta stampata, e docente di giornalismo alla London School of Journalism, mi ricorda come a essere diversi sono in primis i contesti politici. “L’Inghilterra ha avuto tre secoli per garantire principi come la libertà d’espressione e di stampa alla base del proprio sistema democratico, un lusso che paesi che hanno alle spalle 60 o 70 anni non si sono potuti permettere”.
                                                                                                                                                                leggi l’articolo sul blog de il Fatto Quotidiano

 events                                                                                        

OLIMPIADI: i nodi di LONDRA 2012  Inquinamento, ecosostenibilità, e trasporti               

La notizia che il Governo inglese ed il comitato organizzativo delle Olimpiadi di Londra 2012 rischiano milionarie sanzioni internazionali, a causa dei livelli d’inquinamento dell’aria, sta creando preoccupazione ed imbarazzo in Gran Bretagna.  Il tema della sostenibilità ambientale è stato fin dall’inizio al centro del progetto Olimpico inglese, risultando decisivo nella vittoria alla corsa ai Giochi su avversari come New York e Parigi.

leggi tutto l’articolo

events                                                                                          

IL GRANDE BUSINESS DEL MATRIMONIO REALE Londinesi ed inglesi sembrano snobbare la cerimonia che costerà più di un G20, ma frutterà incassi record  

I numeri che ruotano intorno a quello che è stato definito il più grande evento televisivo della storia – Bbc e Sky parlano di un’audience televisiva di 2 miliardi di persone – sono da capogiro. Visit Britain, l’agenzia turistica del Regno Unito, ha stimato in più di un milione i visitatori che raggiungeranno la capitale per il matrimonio tra il principe William e Kate Midlleton, di cui 400 mila arriveranno in treno il giorno stesso.

leggi tutto l’articolo

leggi l’articolo sul blog de Il Fatto Quotidiano

politics                                                                                                      

 L’ALTRA FACCIA DELLA DOLCE VITA  I pregiudizi che storicamente discreditano l’immagine dell’Italia all’estero, gli    scandali del Presidente Berlusconi, e la necessità di voltare pagina    

“La Dolce Vita”, la più grande fiera di prodotti italiani in Gran Bretagna, porterà dall’10 al 13 Marzo la tradizione enogastronomica italiana al Business Design Centre di Islinghton (quartiere dell’east side londinese), provando a risollevare l’immagine dell’Italia e a far dimenticare gli scandali che hanno coinvolto il Presidente del Consiglio.

A Londra le feste a luci rosse di Arcore sono  ancora tra gli argomenti più in voga nei pub, nei bar, o fuori dall’ufficio durante la pausa pranzo, ma allo stesso tempo sono un tabù per chi lavora con imprese italiane.

leggi tutto l’articolo

leggi l’articolo sul blog de Il Fatto Quotidiano

politics                                                                                                             

 Travaglio e Padellaro: “ La neutralizzazione delle notizie in Italia ”   Il direttore ed il vice direttore de il Fatto Quotidiano tornano, un anno dopo, alla London School of Economics

LONDRA- Marco Travaglio ed Antonio Padellaro hanno chiuso, venerdì 11 febbraio, le celebrazioni per il 150esimo anniversario dell’unità d’Italia all’Italian Institute di Londra, fotografando lo stato dell’informazione nel nostro paese.

I due giornalisti in una conferenza di due ore spaziano dal recente monologo di Giuliano Ferrara al Tg1, al rischio di veder tornare in parlamento il decreto sulleintercettazioni, dalla follia del contraddittorio applicato alle notizie, allo scontro, senza precedenti nella storia italiana, tra magistratura e politica.

leggi tutto l’articolo

leggi l’articolo su net1news.org

politics                                                                                                                            

Anche Londra s’indigna ed urla: “DIMISSIONI”  L’alta affluenza di manifestanti ha costretto la polizia a transennare la zona predisposta per l’evento

LONDRA – C’erano più di 500 persone alla manifestazione per chiedere le dimissioni del Presidente del Consiglio italiano e per dimostrare in favore della dignità delle donne a Downing Street oggi pomeriggio.

leggi tutto l’articolo

leggi l’articolo su net1news.org

Advertisements

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s